Centro Naturalista Italiano

 

 

BIOSALUTE

 

Disturbi del Sonno

 

 

 

FASI DEL SONNO

 

 

 

 

Tutto ciò che è conosciuto oggi, sulla funzione e sul perché del sonno è derivato dallo studio e dal controllo sulle onde cerebrali tramite l’elettrooculografia, che ha il compito di indicare la funzione elettrica del cervello. Tramite questo strumento, è possibile rilevare i movimenti oculari e muscolari.

 

Durante la notte il sonno non è sempre costante, ma si caratterizza in due fasi principali

 

 

 

fase non-REM

 

sonno ortodosso

 

 

 

 

 

 

 

fase REM

 

sonno paradosso

 

 

 

Il nome REM proviene dal motivo che nel corso di tale periodo gli occhi si muovono generando dei spostamenti ritmici e veloci (dall’inglese rapid eye movements = movimenti oculari rapidi). Questa fase normalmente si manifesta quattro o cinque volte per notte e la mente entra in un sogno molto intenso.

 

La parola sonno paradosso definisce l’elevata attività cerebrale ed i rapidi movimenti oculari che la definiscono creando un contrasto tra il livello di generale rilassamento corporeo e muscolare.

 

Dormendo si rilevano diversi cicli del sonno per un tempo di 90 - 100 minuti definiti dal cambiamento di vari stadi del sonno stesso e della fase REM.

 

 

STADIO UNO

 

 

 

 

 

 

 

la funzione cerebrale diminuisce e le onde alfa dell’elettroencefalogramma, che sono presenti nello stato di veglia in fase di rilassamento ad occhi chiusi, vengono sostituite da ondulazioni abbastanza regolari.

 

 

STADIO DUE

 

SONNO LEGGERO

 

 

 

 

 

in questa fase prevalgono le onde con brevi esplosioni di attività cerebrali.

 

 

STADIO TRE

 

SONNO PROFONDO

 

 

 

 

 

le onde cerebrali si trasformano in onde lente e grandi. È il primo reale sonno ed ha una durata di circa la metà del sonno globale.

 

 

STADIO QUATTRO

 

SONNO PROFONDO EFFETTIVO

 

 

 

 

 

è il sonno maggiormente profondo in cui il nostro organismo si rigenera. Le onde equivalenti all’attività cerebrale, in questo particolare momento sono lente.

 

 

 

 

 

Home