Centro Naturalista Italiano

 

 

BIOSALUTE

 

Stress

 

 

 

VALURAZIONE

DELLO STRESS

 

 

 

 

 

Lista abbreviata al fine di semplificare il tema.

 

 

 

 

 

 

 

 

EVENTO

 

VALORE

 

 

 

 

 

 

 

Morte del coniuge

 

100

 

 

 

 

 

 

 

Divorzio

 

73

 

 

 

 

 

 

 

Detenzione in carcere

 

63

 

 

 

 

 

 

 

Ferite personali

 

53

 

 

 

 

 

 

 

Matrimonio

 

50

 

 

 

 

 

 

 

Licenziamento

 

47

 

 

 

 

 

 

 

Pensionamento

 

45

 

 

 

 

 

 

 

Gravidanza

 

40

 

 

 

 

 

 

 

Problemi sessuali

 

39

 

 

 

 

 

 

 

Cambiamento situazione finanziaria

 

38

 

 

 

 

 

 

 

Ipoteca

 

31

 

 

 

 

 

 

 

Figlio/a che esce di casa

 

29

 

 

 

 

 

 

 

Problemi con i superiori

 

23

 

 

 

 

 

 

 

Vacanze

 

15

 

 

 

 

 

 

 

Natale

 

13

 

 

 

 

 

 

 

Piccole variazioni della legge

 

11

 

 

 

Scala di Holmes e Rahe

 

 

 

Gli psicologi

 

 

Nella scala di “valutazione dello stress” del Dottor Holmes e Rahe, si è osservato che la “morte del coniuge” è al primo posto perché è un problema irrisolvibile, mentre gli altri sono sì fattori importanti, ma nel tempo possono trovare una loro soluzione.

 

Nella denominazione degli episodi stressanti (o “life events”, come usualmente sono definiti tra gli psicologi italiani), è problematico definire quali (tra i molti) possano essere inclusi tra gli “stressor” relazionandoli allo stato individuale: ogni persona è diversa per pensiero e sensibilità. È anche molto difficile generalizzare il comportamento del singolo essere umano che agisce nel contesto sociale, interagendo e stabilendo legami affettivi e comunitari, senza passare indenne alle varie modificazioni, cambiamenti, traumi e non, ai quali l’ambiente sociale lo espone.

 

Da tempo è diventata opinione comune, che gli “stressor” possano essere la causa di molte malattie psichiche, anche se recenti studi hanno dimostrato che è molto difficile definire il legame tra “life events” e malattia mentale. Così pure, non è facile supporre che tra loro esista solo una banale casualità. Tale fatto, stimola una verifica in forma circolare tra evento e manifestazione psicopatologica, a differenza di un legame lineare causa-effetto (Lteif e Mavissakalian, 1995).

 

Sono chiare la fragilità e la variabilità che esistono nei “life events”, pertanto è più logico supporre che le situazioni che interloquiscono nella vita individuale, possono intraprendere un significato fortuito nel definire un disturbo mentale. Rimane ragionevole pensare, che esperienze traumatizzanti vissute nell’infanzia possano interferire negativamente nel mantenere saldo l’equilibrio psichico da adulto.

 

Si possono riscontrare disturbi da panico ed agorafobia (spazi aperti) in persone che nell’infanzia hanno sofferto di “ansia da separazione”. È concepibile che questi soggetti abbiano fatto propria una particolare sensibilità per non aver vissuto una condizione rassicurante e nel ripetersi di simili situazioni, possano provare uno stato di panico e/o di agorafobia. Le ricerche utilizzabili, evidenziano senza alcun dubbio che in presenza di “life events” della stessa tipologia, solo alcune persone suscitano un particolare disturbo psichiatrico (Kessler, 1989).

 

In funzione agli studi, il Dottor Holmes e Rahe nel 1967 hanno affermato una sorta di “standardizzazione” del peso del “life events”, nel senso che il “valore complessivo” di un evento viene definito da una quota “di gruppo” (il significato che un singolo individuo o i componenti dello stesso gruppo sociale assegnano all’evento), abbastanza costante e rappresenta mediamente i 2/3 del significato totale. La “quota personale” è più variabile e multiforme.

 

In riferimento a Faravelli (1985), nei soggetti psicopatologici la “quota personale” dei “life events” si sviluppa decisamente a sfavore di quella “di gruppo”, al punto di capovolgere la situazione.

 

Le scale di “life events” più conosciute vengono definite “normative” e “soggettive”

 

Le “scale normative” si sviluppano in base al metodo utilizzato da Holmes e Rahe. Ricavate da fatti considerati mediamente più importanti e maggiormente frequenti, sono state definite un “peso” frutto di studi sul popolo in generale e su campioni di soggetti psichiatrici; “peso” che raffigura il potenziale impatto medio dell’episodio sul soggetto. I valori della scala di questo genere possono sembrare superficiali e grossolani, però occorre considerare che al di là dell’esistenza di una particolare scala di valori, nei gruppi le differenze tendono a scomparire verso un valore medio che non si sposta più di tanto dai valori definiti.

 

Da quanto si può considerare, la validità di questi sistemi viene confermata da diversi studiosi riguardo il rapporto che esiste tra “life events” e disturbo, sia mentale che fisico.

 

Alla “scala normativa” si oppone la “soggettiva” nella quale è la persona stessa che riconosciuto il fatto stressante, ne trae l’importanza sviluppata in quel particolare momento.

 

Comunque, l’interpretazione dei valori della scala, può variare a seconda dello stato di chi la interpreta. Per esempio se un soggetto ha un malanno e prende freddo ed un suo compagno prende lo stesso freddo ma sta bene, è logico che la valutazione del freddo sia diversa in funzione allo stato fisico e mentale, ma il valore medio, rimane invariato.

 

Attualmente, il migliore strumento normativo resta la “Social Readjustment Rating Scale - SRRS di Holmes e Rahe (1967): una lista di fatti considerati importanti e maggiormente frequenti nella vita umana, a cui vengono assegnati (in base a studi svolti sulla popolazione in generale e su gruppi di particolare interesse psichiatrico), dei punteggi che evidenziano l’effetto di ogni caso, preso come valore medio.

 

 

 

 

TAB. 19.I - LISTA DEGLI EVENTI STRESSANTI

DELLA “INTERVIEW FOR RECENT LIFE EVENTS DI PAYKEL”

CON IL LORO VALORE NORMATIVO

 

“scala di Holmes e Rahe”

 

 

 

 

 

 

 

 

EVENTO

 

VALORE

 

 

 

 

 

 

 

Morte di un figlio

 

19,33

 

 

 

 

 

 

 

Morte del coniuge

 

18,76

 

 

 

 

 

 

 

Sentenza di carcerazione

 

17,60

 

 

 

 

 

 

 

Morte di un famigliare stretto

 

17,21

 

 

 

 

 

 

 

Infedeltà del coniuge

 

16,78

 

 

 

 

 

 

 

Grosse difficoltà finanziarie

 

16,57

 

 

 

 

 

 

 

Crollo negli affari

 

16,46

 

 

 

 

 

 

 

Licenziamento

 

16,45

 

 

 

 

 

 

 

Aborto o figlio nato morto

 

16,34

 

 

 

 

 

 

 

Divorzio

 

15,93

 

 

 

 

 

 

 

Separazione coniugale dovuta a conflitti

 

15,93

 

 

 

 

 

 

 

Chiamata in giudizio per gravi violazioni della legge

 

15,79

 

 

 

 

 

 

 

Gravidanza non desiderata

 

15,57

 

 

 

 

 

 

 

Ricovero in ospedale di un famigliare (grave malattia)

 

15,30

 

 

 

 

 

 

 

Disoccupazione per un mese

 

15,26

 

 

 

 

 

 

 

Morte di un caro amico

 

15,18

 

 

 

 

 

 

 

Retrocessione nel lavoro

 

15,05

 

 

 

 

 

 

 

Grave malattia fisica personale

 

18,61

 

 

 

 

 

 

 

Inizio di relazione extraconiugale

 

14,09

 

 

 

 

 

 

 

Perdita di oggetti personali di valore

 

14,07

 

 

 

 

 

 

 

Causa legale

 

13,78

 

 

 

 

 

 

 

Insuccesso accademico (esami o corso)

 

13,52

 

 

 

 

 

 

 

Matrimonio del figlio senza consenso

 

13,24

 

 

 

 

 

 

 

Rottura di fidanzamento o relazione

 

13,23

 

 

 

 

 

 

 

Aumento dei conflitti coniugali

 

13,02

 

 

 

 

 

 

 

Aumento dei conflitti con famigliari conviventi

 

12,83

 

 

 

 

 

 

 

Aumento dei conflitti con fidanzato/a, partner

 

12,66

 

 

 

 

 

 

 

Grosso debito (più di metà del guadagno annuale)

 

12,64

 

 

 

 

 

 

 

Partenza del figlio per il servizio di leva

 

12,32

 

 

 

 

 

 

 

Conflitto con il capo o i collaboratori

 

12,21

 

 

 

 

 

 

 

Conflitti con famigliari non conviventi

 

12,11

 

 

 

 

 

 

 

Trasferimento in un altro paese

 

11,37

 

 

 

 

 

 

 

Menopausa

 

11,02

 

 

 

 

 

 

 

Difficoltà finanziarie moderate

 

10,91

 

 

 

 

 

 

 

Separazione da una persona significativa (amico, parente)

 

10,68

 

 

 

 

 

 

 

Sostenere un esame importante

 

10,44

 

 

 

 

 

 

 

Separazione dal coniuge non dovuta a conflitti

 

10,33

 

 

 

 

 

 

 

Cambiamento negli orari di lavoro

 

9,96

 

 

 

 

 

 

 

Nuova persona in casa

 

9,71

 

 

 

 

 

 

 

Pensionamento

 

9,33

 

 

 

 

 

 

 

Cambiamento delle condizioni di lavoro

 

9,23

 

 

 

 

 

 

 

Cambiamento nel tipo di lavoro

 

8,84

 

 

 

 

 

 

 

Rottura con il ragazzo/a

 

8,80

 

 

 

 

 

 

 

Cambiamento di residenza (nuova città)

 

8,53

 

 

 

 

 

 

 

Cambiamento nella scuola

 

8,15

 

 

 

 

 

 

 

Termine degli studi

 

7,61

 

 

 

 

 

 

 

Un figlio lascia la casa (per college, ecc.)

 

7,20

 

 

 

 

 

 

 

Riconciliazione coniugale (dopo che il partner ha lasciato la casa)

 

6,96

 

 

 

 

 

 

 

Violazione della legge di grado lieve

 

6,05

 

 

 

 

 

 

 

Nascita di un figlio vivo (per la madre)

 

5,91

 

 

 

 

 

 

 

Gravidanza della moglie

 

5,67

 

 

 

 

 

 

 

Matrimonio

 

5,61

 

 

 

 

 

 

 

Promozione

 

5,39

 

 

 

 

 

 

 

Malattia fisica personale minore (che richiede visita medica)

 

5,20

 

 

 

 

 

 

 

Trasloco (nella stessa città)

 

5,14

 

 

 

 

 

 

 

Nascita di un bambino (per il padre), adozione

 

5,13

 

 

 

 

 

 

 

Inizio della scuola

 

5,09

 

 

 

 

 

 

 

Fidanzamento del figlio

 

4,53

 

 

 

 

 

 

 

Fidanzamento

 

3,79

 

 

 

 

 

 

 

Gravidanza desiderata

 

3,56

 

 

 

 

 

 

 

Matrimonio del figlio/a con consenso

 

2,94

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Home