Centro Naturalista Italiano

 

 

 

 

BIOSALUTE

 

 

 

Stress

 

 

 

 

 

 

COSA PUO’ CAUSARE

LO STRESS

 

 

 

 

 

 

 

 

Spesso il lavoro è origine di svariate situazioni stressanti.

Ma ancora più grave è lo stress causato dalla mancanza di lavoro (disoccupazione).

 

 

 

 

 

 

 

NEL SISTEMA

CIRCOLATORIO

 

si può determinare: tachicardia, irregolarità del battito cardiaco (extrasistoli), dolore al centro del petto, ipertensione (anche se è probabilmente determinata da ereditarietà, dieta, abitudini di vita, etc.), infarto.

 

 

 

 

 

NEL SISTEMA

POLMONARE

 

asma bronchiale (crisi asmatica innescata e mantenuta dall'ansia), iperventilazione (respiro rapido e superficiale).

 

 

 

 

 

 

NEL SISTEMA

GASTROINTESTINALE

 

colon irritabile (diarrea, stipsi, dolori), dispepsia (senso di pienezza dopo il pasto, acidità, eruttazioni, dolori), ulcera gastroduodenale (aumento della secrezione acida), morbo di Chron.

 

 

 

 

 

 

NEL SISTEMA

ENDOCRINO

 

influenza l'attività delle ghiandole endocrine periferiche, quindi surrenali, pancres, reni, tiroide, ... Ci sono alcuni studi che ipotizzano l'insorgenza del diabete.

 

 

 

NEL SISTEMA

URO-GENITALE

 

eiaculazione precoce (nell'ansia cronica), diminuzione del desiderio (nella depressione).

 

 

 

 

A LIVELLO

DELLA PELLE

 

iperidrosi (eccessiva sudorazione, di solito al palmo della mano o alla pianta del piede), prurito, tricotillomania (la persona si strappa i capelli, spesso le ciglia).

 

 

 

 

 

Nei casi in cui lo stress abbia superato gli stadi di accettabilità non si può pensare di eliminarlo, ma di gestirlo, perché esso è parte della vita. Senza, (stadio vegetale) non ci sarebbe vita: è importante che rientri nella dose di accettabilità

 

Attraverso tecniche di rilassamento autoindutto quali il “Training Autogeno”, è possibile  intervenire modificando i pensieri e le condizioni che lo generano, al fine di riportare alla normalità l’orologio interno.

 

Il “Training Autogeno” aiuterà a maturare uno stato di calma valorizzando il proprio benessere, la volontà, riducendo al minimo le rinunce, trovando la forza di dire no a ciò che va controla nostra scelta decisionale.

 

Con il “Training Autogeno” si potrà imparare a non essere più condizionati, e si inizierà a pensare positivo, impararando a scegliere in modo autonomo, evitando di essere influenzati da pressioni esterne. Tale presa di coscienza permetterà di avere meno rimpianti, rancori e pertanto, meno stress. Inoltre, porterà a vivere una vita che diverta senza sentirsi in colpa, trascorrendo del tempo per voi, prendendosi tal volta, una pausa per essere in gioia voi stessi e la vostra entità personale.

 

Esistere, tenendo in considerazione ogni attimo della propria vita in base al “qui ed ora”, per quello che è e non per quello che potrebbe essere. Quando si è in ferie, è bene abbandonarsi alla vacanza senza pensare a quando si ritornerà al lavoro o alle cose lasciate in sospeso.

 

Quindi, evitate di lasciarvi prendere da pensieri disturbanti, come: “io devo essere perfetto in qualunque caso. Non posso mai rifiutare le richieste degli altri, perché devo essere sempre pronto…”. È bene maturare il concetto: “desidero vivere, così come sono. La vita è bella e la voglio godere. Voglio rilassarmi per essere me stesso. Non è vero che la mia vita è brutta, ce ne sono di peggio. Desidero imparare una tecnica di rilassamento, come il Training Autogeno. Voglio avere, un’esistenza ricca di gioia e di serenità”.

 

Inoltre è consigliabile fare esercizio fisico in palestra o meglio ancora camminare in posti tranquilli: ciò aiuterà a riconquistare un mondo positivo tutto vostro.

 

Nell’alimentazione vanno evitate sostanze tensioattive come il caffè, la cioccolata, il té, il fumo, l’alcool, le droghe eccetera. Eliminate pure tutte quelle sostanze che causano reazioni negative ed aumento dello stress.

 

Comunque, nei casi gravi è sempre bene rivolgersi ad uno specialista in grado di valutare se l’entità del disagio non nasconda qualche disturbo più grave.

 

La scoperta dello stress è avvenuta intorno al 1700 con la comparsa delle grandi città piene di rumore, affollamento, traffico, inquinamento e con ritmi produttivi industriali, massacranti.

 

 

 

 

 

 

LO STRESS PUÒ ESSERE GENERATO DA

 

 

 

 

 

 

Chi di noi non si sente o non si è mai sentito almeno una volta nella vita stressato?

Stressato dal lavoro, dallo studio, dagli impegni famigliari, dallo sport.

La giornata è costellata da tanti piccoli momenti stressanti

che progressivamente esauriscono le risorse del nostro organismo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LAVORO

 

alcune indagini hanno evidenziato che la maggioranza dei lavoratori, soddisfatti o meno della propria professione, è colpita da tensione emotiva, affaticamento, difficoltà a riposare. Secondo una recente ricerca, almeno un lavoratore europeo su tre soffre di stress da lavoro. Le donne ne sono colpite in un numero maggiore rispetto agli uomini anche perché sempre più donne lavorano, ed in loro cresce la difficoltà a conciliare lo stesso con gli impegni famigliari.

 

 

 

 

 

 

 

 

STUDIO

 

lo studio, gli esami da preparare, le scadenze o i compiti di ogni pomeriggio rappresentano una fonte di stress che determina una perdita di tono ed energia a livello fisico ma soprattutto a livello mentale. Molti studenti, verso la fine dell’anno scolastico o in corrispondenza di esami particolarmente difficoltosi, lamentano affaticamento, difficoltà di memoria e concentrazione; funzioni la cui efficienza è indispensabile per portare avanti lo studio.

 

 

 

 

 

 

SPORT

 

lo sport intenso, gli allenamenti e le competizioni bruciano una consistente quantità di energie dell’organismo procurando stanchezza fisica e indebolimento generale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Home