Centro Naturalista Italiano

 

 

 

 

 

 

BIOSALUTE

 

 

 

 

 

 

Ipertensione

 

 

 

 

 

 

 

FATTORI A RISCHIO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’ipertensione, rappresenta un fattore di rischio verso l’infarto cardiaco e l’ictus cerebrale. Può aumentare in forma più o meno grave a seconda delle complicanze, in funzione della gravità dei “fattori a rischio aggiuntivi”.

 

 

 

 

 

FATTORI A RISCHIO AGGIUNTIVI

 

1° Gruppo

 

2 ° Gruppo

 

3° Gruppo

 

 

Fattori a rischio

 

         Lesioni organiche

 

 

        Fattori di rischio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Maschi oltre i 50 anni

 

 

Arteriosclerosi

 

 

Lesioni organiche

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Donne altre i 65 anni

 

 

Cardiomegalia*

 

 

Diabete

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fumo

 

 

Fondo dell’occhio - Retina

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Colesterolo elevato

 

 

Carotidi *

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Diabete lieve

 

 

Reni

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sovrappeso

 

 

Aorta

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cardiomegalia:

aumento del volume del cuore per dilatazione passiva

 

 

Carotide:

vaso arterioso destinato all’irrorazione del collo e della testa

 

 

 

 

 

Disturbi concomitanti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Infarto miocardico

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Insufficienza renale

 

 

 

 

 

 

DETERMINAZIONE DEL RISCHIO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PRESSIONE ARTERIOSA

 

 

 

 

 

 

“Fattori a rischio aggiuntivi”

lieve

moderata

grave

 

RISCHIO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nessun fattore di rischio

 

 

 

 

 

 

scarso

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1° Gruppo

 

 

 

 

 

 

medio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2° Gruppo

 

 

 

 

 

 

alto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

3° Gruppo

 

 

 

 

 

 

altissimo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Disturbi concomitanti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità (O.M.S.)

 

 

 

 

Qualche altro motivo per controllarsi la “pressione arteriosa”

 

 

 

 

 

 

 

mal di testa

 

 

 

ronzii all'orecchio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

vertigini

 

 

 

disturbi alla vista (mosche volanti)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

sudorazione abbondante

 

 

 

sanguinamento del naso

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

stanchezza senza causa apparente

 

 

 

affanno

 

 

 

 

 

 

Molte persone non avvertono alcun disturbo

nonostante abbiano la pressione particolarmente alta.

 

 

 

 

 

 

Se un membro della vostra famiglia ne soffre,

dovreste far controllare la vostra

anche se non manifestate alcun sintomo particolare.

Questo vale anche per i giovani.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Home